Merry Xmas!!

venerdì 25 dicembre 2009
da piccola adoravo fare il presepe. perchè per me non era "solo" il presepe, erano tante persone che andavano a vedere Gesù!!
e quindi c'era il padre che tornava dal pozzo, con la madre che vendeva pesce nel laghetto e le sorelle divise tra galline, pesce, pozzo, porcellini, pecore..

la mia preferita era la più giovane, la pescivendola innamorata del giovane pastore.
amore ricambiato, ovvio.
però la sorella che si occupava dei maialini li ostacolava in tutto e per tutto.
lo dicevo io che con quella faccia antipatica non poteva che essere cattiva!!
per fortuna che lo zio (sì, quello che vendeva succo d'uva dietro alla capanna) stava dalla loro parte!!

e quando arrivava il 25 dicembre, tutti si avvicinavano alla stalla.
tutti, anche la bambina del bambolotto (preso da un calendario dell'avvento) che rimaneva sempre in dietro ma poi finiva sempre davanti. (me la spostava la mamma)

adoravo quei personaggi così vivi e mai fermi che ballavano sempre sulle canzoncine di natale della walt disney.

poi arrivava il 25 e io correvo a vedere se era nato Gesù. ero la prima ad alzarmi e appena scoprivo che era nato sul serio, me lo prendevo in mano e me lo portavo per casa cullandolo come un bambolotto.

e al loro risveglio i miei fratelli trovavano sempre la capanna vuota XD

poi il 1 gennaio dalle montagne si vedevano i re magi.
piccini piccini e man mano che i giorni passavano diventano sempre più grandi, finchè non arrivano in paese e alla fine "parcheggiavano" i cammelli per inginocchiarsi davanti a Gesù.

che bello il presepe!! e bè, stamani Gesù bambino l'ho fatto nascere io!! (dal cassetto del mobile, ovvio!!)

insomma senza presepe e senza albero (presto una sua foto) non è natale!!
e se poi ha chiamato anche sammino.. il natale è ancora più bello!!



http://silvioirio.files.wordpress.com/2008/12/buon-natale.jpgCentra

in famiglia

B: oggi è il 25?
M: fa te, è natale..
B: ah, natale è di 25? pensavo fosse il 24..

Anche le Veline vittime del maltempo

martedì 22 dicembre 2009

vittime del mal tempo, lo stacchetto è stato eseguito
dal signor Ezio e dal signor Enzino.
mi piacciono le improvvisazioni :P

non sono da tutti ;)

Benedetto Tg

"situazione critica in emilia"
e mostrano i problemi di rimini.


orsù, non è la prima volta che ve lo dico U_U

miao miao fffffff

perchè non tutti i gatti sono a-mici.
o meglio, lo sono se non c'è da combattere per la sopravvivenza.

e fu così che cicci notò il nascondiglio caldo caldo di scricci.
e fu così che cicci salì sulla cassettiera per controllare meglio scricci.
e fu così che cicci si avvicino al settimino.
e fu così che cicci si mise accanto alla tenda che mantiene caldo l'angolo di scricci.
e fu così che cicci si sedette addosso a scricci.

"insomma, te ne vai??"

http://lastanzadilei.files.wordpress.com/2009/10/gatto20termosifone.jpg

1 a 0 per te.

E il concerto dell'anno viene rimandato.
Peccato, i ragazzi lo considerano davvero il "concerto dell'anno".

Il ghiaccio rallenta ma non ci ferma: tra gennaio e febbraio ci riproveremo.

Questo non è natale

ore 10.12 - papà torna dall'aver portato bakal a scuola. alle 7.30.

l'autostrada è chiusa da parma a faenza e da mantova a modena.
la tangenziale è in tilt.
sulle strade ci sono 20 cm di ghiaccio a cui il sale non fa niente.

mio padre prova a prendere le stradine di campagna per non trovare traffico: 7 auto in fila nel fosso più una a testa in giù dall'altra parte.
fa la retro, prende l'altra strada: un suv cappottato a lato.

arriva al passaggio livello, scende dall'altra parte e trova un'altra auto rovesciata.

finalmente arriva a casa: un camion del latte si è mezzo ribaltato qui davanti.

Sì alla neve, ma così non è natale.

gentilezza?

a volte basta un sorriso per ottenere quello che si desidera.
con certa gente invece basta essere donne.

Diplomazia

da piccoli tutti adoravano il mio essere diplomatica.
riuscivo a trovare il lato positivo in ogni cosa e a fare commenti che cambiavano la giornata di qualcuno.

da adolescente tutti mi hanno fatto notare quanto ero diplomatica da piccina, qualità "ormai persa" che chi mi stava intorno rimpiangeva.

ora, sarà per un "ritorno alle origini" che va tanto di moda, sarà per tutti i libri di galateo e bonton che ho letto, ma la diplomazia è tornata in me.

e se qualcuno mi fa arrabbiare, il massimo che mi esce è :
"ma ci dai un taglio e pensi a crescere invece di occupare tutte le tue energie a infastidirmi??"


ancora troppo poco.

ciao brittany

lunedì 21 dicembre 2009
Oggi il mondo ha perso un pezzo della sua luce.
I miei pensieri e le mie condoglianze vanno alla famiglia, al marito e alla sua incredibile mamma Sharon. Bambina, ci vediamo dall'altra parte.
Ashton Kutcher


Hollywood perde un'altra anima luminosa...
Quante altre ancora? Un decennio di decadenza e devastazione.
E' ora di svegliarsi.
Josh Groban



http://cm1.theinsider.com/media/0/39/44/Brittany_Murphy.0.0.0x0.336x504.jpeg

che delusione

giovedì 17 dicembre 2009
fare quattro mesi di prove, due volte a settimana, quasi due ore a incontro per scoprire che se vogliamo fare anche concerti dobbiamo fare un esame.

dopo quattro mesi di prove.
tre settimane prima del concerto.

tutto questo per "andare alle prove con un buon motivo".

devo ancora incontrare chi decide di passare tutto quel tempo a musica solo perchè non ha altro da fare e non perchè è interessato ai concerti.

che tra l'altro siamo quattro-cinque secondi di cui uno solo "titolare".
indi al prossimo concerto questo titolare suonerà da solo.

e allora la nostra presenza alle prove generali è inopportuna perchè è giusto che almeno a quelle prove il direttore senta come suoneranno effettivamente le sezioni.

l'esame poi..
ci hanno telefonato loro a casa per chiederci di andare alle prove.
ci hanno fatto loro i complimenti perchè quando alle prove eravamo in 10 invece che in 50 (e ogni strumento si sentiva benissimo) i brani venivano molto meglio.
ci hanno detto loro che a fine anno avremo avuto le divise.

quindi alla fine l'esame a che serve?

per vedere se siamo in grado di suonare a vista?
affermativo: so solfeggiare tutti i ritmi a qualsiasi tempo.
a 8 anni il mio prof di canto al conservatorio mi ha fatto solfeggiare con emilio - una nota a testa - uno spartito di una pagina con tempo 120 e senza sballare un colpo.
negativo: da quasi 7 anni ho la tendinite ad entrambi i polsi. dopo due anni di fisioterapia, l'occhio legge la musica ma il dito rimane indietro.

insomma l'avete capito: sono delusa e arrabbiata.
delusa perchè persone che conosco da decenni hanno svelato troppo tardi le loro carte.
arrabbiata perchè trovo tutto senza senso.

sì mamma, lunedì mi informo meglio.
sì mamma, le info me le ha date G in diretta.
sì mamma, prima faccio domande e poi dico la mia.
sì mamma, chiedo informazioni a chi le sa.


se poi penso che sia io che G avevamo già comprato la nostra parte di divisa..
ok, meglio smettere di pensare.

mi guardo Bones.

http://www.searchingbones.com/files/2008/08/bones-s3.jpg

quanto mi piace questo video!!

e il gatto coi topini?

clicca qui

share

share

Posted using ShareThis

Finisce la fuga del chirurgo Usa Scovato in tenda a Courmayeur

COURMAYEUR (Valle d'Aosta) - L'hanno trovato in una tenda, nascosto, ai piedi di un ghiacciaio nell'alta val Ferret, nei pressi di Courmayeur. Voleva raggiungere la Svizzera e "vivere da selvaggio", ha detto ai militari. Invece, Mark Steven Weinberger, enfant prodige della chirurgia plastica americana, è stato catturato ieri mattina. L'accusa è pesante: 22 frodi sanitarie e richieste di risarcimento dei pazienti per milioni di dollari.

Laureatosi all'università della Pennsylvania, il giovane chirurgo aveva aperto una clinica privata in Indiana. Una vita apparentemente tranquilla che è cambiata improvvisamente. Nel giro di pochi mesi Weinberger ha cominciato ad acquistare beni di lusso: una limousine, un aereo privato, uno yacht completo di cuochi, personal trainer e champagne. Una vita da divo. Poi, la botta.
Nel 2004 le prime denunce dei pazienti per "negligenza". In pochi mesi centinaia di querele si sono accumulate a carico del dottore americano, fino a raggiungere quota 300. Poi è arrivata la condanna della magistratura per le frodi sanitarie e le richieste di risarcimento per milioni di dollari. A quel punto ha deciso di scappare: prima Montecarlo, poi la Cina, la Francia e infine l'Italia e Courmayeur, dove la corsa è terminata.

Disperato dinanzi alla prospettiva di finire in carcere il resto dei suoi giorni, Weinberger dopo l'arresto ha provato ad uccidersi: in caserma, dopo aver chiesto ed ottenuto di andare in bagno, seduto sul water ha estratto un coltellino che aveva nascosto nell'ano. Lo ha aperto e si è ferito al collo. Ora è ancora vivo ma è piantonato all'ospedale di Aosta.

ore 23.20

mercoledì 16 dicembre 2009
nevica: finalmente è natale.

Soddisfazioni

lunedì 14 dicembre 2009
  • emozionarsi per la prima volta mentre si suona, dopo più di dieci anni di concerti.
  • metterci passione, e sentire ancora male al dito dopo tre giorni.
  • vedere il pubblico alzarsi in piedi ad applaudire. la nostra prima standing ovation.
  • smascherare M-tutto-firmato che in realtà indossa un moncler tarocchissimo.
  • sentire annunciare in pubblico che si potrebbe fare un concerto interamente dedicato a DS, dopo mesi e mesi che io e G lo chiedevamo.

queste sono soddisfazioni!!

e il 22 si replica!!

Ancora Record per Fede

ISTANBUL - Federica Pellegrini ha vinto la gara dei 200 stile libero nuotando in 1'51"17, nuovo primato mondiale sulla distanza (in vasca da 25 m.). Per la campionessa olimpica e mondiale della distanza si tratta dell'11esimo record mondiale in carriera, il secondo in vasca corta, il primo stabilito senza la guida tecnica del Ct Alberto Castagnetti - scomparso improvvisamente il 12 ottobre scorso.

''Sono molto contenta, è la prima volta che piango di gioia. Alberto (Castagnetti n.d.r.) era con me dall'inizio alla fine della gara. Non sono in forma, e la sua scomparsa ha scombussolato la mia vita: ma, come lui mi ha insegnato, bisogna saper vincere quando si sta peggio". Con queste parole una Federica Pellegrini visibilmente commossa ha dedicato la sua nuova impresa, oro nei 200 stile libero e record mondiale nella gara degli Europei in vasca corta, al ct azzurro scomparso di recente. Quello odierno è stato il primo oro dell'Italia ad Istanbul. "Dimenticare non si dimentica. Alberto era, è e resterà sempre il mio alter ego - ha detto ancora la fuoriclasse veneta -. Non lo dimenticherò mai. Però era necessario voltar pagina per tornare a nuotare, e ho dimostrato a me stessa di esserci riuscita".

I Love You KIKO

giovedì 10 dicembre 2009
chi mi conosce lo sa, nell'ultimo anno mi sto dilettando a specializzarmi nel low cost di qualità.

ecco perchè quando ho scoperto di avere un negozio monomarca Kiko vicino a casa mia, sono andata in brodo di giuggiole!!

era da tanto che ne sentivo parlare: "ma quanti colori che ha kiko", "ma quante cose curiose che ha kiko", "ma quanto costa poco kiko"

bene, oggi visto che passavo di là ci sono entrata.

correttori di 4 colori (era già tanto se trovavo il verde da bottega verde), buki di qualsiasi tipo e forma (pennello penna, pennello eyeliner, pennello blush..), penna togli smalto per i ritocchi, penna struccante viso per i ritocchi, tantissime matite occhi colorate (prima o poi mi faro uno smokey nero con interno viola).. insomma, un paradiso!!

e i prezzi? bè, il più alto che ho visto era il 5.20 del correttore, contro l'8.90 che spendo in genere.

per non parlare delle mille offerte come gloss o smalti a soli 3 euro!!

insomma, bag-addicted va bene ma ora anche beauty-addicted???

http://www.kikocosmetics.com/siteimages/prodotti/215_600_1000.jpg
confezione regalo - 35 euro



http://www.kikocosmetics.com/siteimages/prodotti/134_600_1000.jpg
penna struccante visto - 4.90 euro



http://www.kikocosmetics.com/siteimages/prodotti/28_600_1000.jpg
crystal gloss - 3 euro



http://www.kikocosmetics.com/siteimages/prodotti/177_600_1000.jpg
maschera contorno occhi effetto lifting immediato - 3.90 euro



http://www.kikocosmetics.com/siteimages/prodotti/66_600_1000.jpg
eyeliner waterproof - 6.90 euro


studio aperto

perchè studio aperto, all'apertura del tg, parla nell'ordine di:

- condanna a Corona
- Processo Poggi
- Processo Ethernit (con silvia vada poi)
- Berlusconi
- Consegna del Nobel a Obama

???

buonanotte!!

se continui a sentire l'odore di smalto e pensi che venga dalle tue unghie..
se ad un certo punto l'odore arriva a papà che è nell'altra stanza..
se poi ti accorgi che invece è il tuo smalto preferito che si è rovesciato sulla scrivania..
se lo smalto rovesciandosi ha corroso computer e il tappetino della scrivania..

se questo deve essere il buongiorno..
..direi che forse stavo meglio a letto!!

che puzza!!!

http://www.capiservice.it/images/foto/articolidascrivania/1016.jpg

Li chiamerò Tom&Jerry

mercoledì 9 dicembre 2009
Oggi è un altro anniversario.
Il 9 dicembre 2008 infatti è arrivato Jerry.
Oggi 9 dicembre 2009 si è aggiunto Tom.

Allegriaaa!!!

Due anni in un post

martedì 8 dicembre 2009
Questo secondo anno nel mondo:
Anno Internazionale dell'Astronomia.
Anno Internazionale della Riconciliazione.
Giuramento a Washington di Barak Obama
Marco Carta e Arisa vincono Sanremo.
Una scossa di terremoto distrugge la provincia dell'Aquila.
Arriva la nuova influenza suina.
Fiat e Chrysler firmano uno storico accordo.

Dopo 25 anni di guerra in Sri Lanka, le Tigri Tamil si arrendono.
Un volo Airbus dell'Air France si disperde nell'Atlantico.
A Viaeggio deraglia un treno merci che esplode uccidendo 30 persone.
Fidel Castro si ritira da presidente e capo delle forze armate di Cuba.
Muoiono Michael Jackson e Farah Fawcett
Attentato a Kabul con vittime tra i paracadutisti italiani.
A Messina, una frana cancella due paesi.
Viene scoperta l'acqua sulla Luna.
L'Inter vince il suo 17esimo scudetto.
Muore Candido Cannavò.
Valentino Rossi taglia il traguardo delle 100 vittorie.
Si tengono a Roma i Campionati Mondiali di Nuoto.
Muore Mike Bongiorno.
Scoperto un nuovo esemplare di fiore sulle Dolomiti.
Arriva Windows 7.
Si verifica l'eclissi solare più lunga del XXI secolo.
Muore Maria de Jesus, nata nel 1893.
Barak Obama riceve il Premio Nobel per la Pace.



Ma non è questo che conta.


Un altro anno insieme.
Un anno di montagne e forti.
Un anno di Posina, Paesana, Wurstel e Foresta Nera.
Un anno di Aion e Jojo's Fashion.
Un anno di università e lavoro.
Un anno di msn e chattate.
Un anno di Friggiderio e di Cicci.
Un anno di primi incontri.
Un anno di fotografie, un anno di ricordi.
Un anno di viaggi.

Un anno insieme.
E se poi Jamie invita Eden fuori a cena..


8 dicembre 2007 - 8 dicembre 2009
siamo un pò venezia



Croazia09


Campogrosso - Capodanno09


Altopiano delle Vezzene


dal Summano


Nick prima di Croazia09


Micia


orsi a Spormaggiore (TN)


Mia spettinata e con un gelato più grande di lei


Casalecchio di Reno (BO)


Nick e il suo biberon di marshmellow


San Luca (BO)


scalinate di San Luca (BO)


Mia, Nick, Erica, Xavier ed Elodie a Thiene (VI)
-foto by Erica-


Dan con noi a San Luca (BO)


Mia chinata per non stare davanti all'obbiettivo


MiniMimmo con noi in Croazia09


Fine Croazia09


di smalti, decorazioni e cicci..

..perchè se per la prima volta dopo tanto ti metti uno smalto scuro, è più che normale se al mattino ti spaventi guardandoti la mano.

cmq ora metterò le decorazioni di natale. ma tanto mi scorderò di aggiungere qualcos'altro :P

e se poi cicci smettesse di venire in camera mia quatta quatta, saltando sul letto piano piano, arrivando a me strisciando strisciando.. per urlarmi nell'orecchio MEEEEEEEEEEEEEEEE e poi scappare via, anche il mio risveglio potrebbe essere più dolce XD



buondì, tra poco post speciale!!!

Xmas Soundtrack

lunedì 7 dicembre 2009
e a grande richiesta, torna parte della mia colonna sonora natalizia.
metterla tutta sarebbe problematico, ma ho aggiunto comunque Andrea Boccelli con il suo brano per A Christmas Carol.

Da brividi!!

p.s. il lettore è timido. per ascoltare la musica dovete scorrere la pagina e aspettare che la musica si carichi :P

Una parola per ogni domanda

Sono stata nominata da Giuly e quindi ecco le mie risposte:

1. Dov'è il tuo telefono? boooh
2. I tuoi capelli? sporchi
3. Tua madre? attiva
4. Tuo padre? lavoratore
5. Il tuo piatto preferito? tortadipatate
6. Il tuo sogno la scorsa notte? Nick
7. La tua bevanda preferita? acqua
8. Il tuo sogno? imprenditrice
9. In che stanza sei? camera
10. Il tuo hobby? web design

11. La tua paura? perditadelcontrollo
12. Dov'è il tuo gatto? dorme
13. Dov'eri la scorsa notte? letto
14. Qualcosa che non sei? ciozza
15. Muffins? mah

16. Wishlist? samsunga877
17. Dove sei cresciuta? modena
18. Ultima cosa che hai fatto? scritto
19. Cosa indossi? tuta
20. La tua tv? bones
21. I tuoi animali? cicci, scricci, tigro, panti, orazio, bellabilla, jb
22. Amici? qualcuno
23. La tua vita? procede
24. Il tuo umore? annoiato
25. Ti manca qualcuno? si

26. Auto? corsa
27. Qualcosa che non porti? minigonne
28. Il tuo negozio preferito? h&m
29. Il tuo colore preferito? viola
30. Quando hai riso per l'ultima volta? ieri

21. L'ultima volta che hai pianto? boh
32. La tua migliore amica? kia
33. Un posto dove andresti ancora e ancora? vienna
34. Facebook? bleaaah!!
35. Posto preferito per mangiare?

nomino.. Barby e Erikappa se mai lo farà!!

buongiorno!!

svegliarsi al mattino e pensare.. sto facendo tardi al lavoro.
svegliarsi al mattino e pensare.. oggi ho voglia di una gran colazione!
svegliarsi al mattino e pensare.. devo pulire casa.
svegliarsi al mattino e pensare.. oggi mi devo sposare!!
svegliarsi al mattino e pensare.. quanto posso dormire ancora?
svegliarsi al mattino e pensare.. oggi si addobba casa!!

tanti risvegli diversi per un unico 7 dicembre!!
BUONDI!!

pranzo in casa Semplicemente

giovedì 3 dicembre 2009
Bak: ho preso 9 in inglese
Mia: cheeee??
: zitti tutti, Bak ha preso 9 in inglese!!
Mà: ma dai??
Bak: oh, 9+ ho preso!!
Mia: ma che esercizio era? collega il nome al disegnino che vedi?
Bak: ....
Bak: ..ok meglio se sto zitto.


cattiva XD

Salta la scuola e "gratta" 10mila euro alla lotteria

Marina la scuola e vince 10mila euro. Che fosse scritto nel destino o no, il fortunato 18enne di Perdifumo, piccolo centro del cilento in provincia di Salerno, ha scelto il giorno giusto per prendersi una vacanza con gli amici e investire 5 euro in un biglietto della fortuna. E la gioia è stata talmente grande che la prima cosa che ha pensato, è stata quella di dirlo ai genitori: così li ha chiamati al telefono e ha dovuto “confessare” di non essere entrato la scuola.

Tutti felici e contenti - "Il giovane era talmente felice che ha voluto condividere la sua gioia con i genitori, dimenticando però che a quell'ora, erano le dieci e trenta, avrebbe dovuto essere a scuola". Così ha raccontato il gestore della rivendita di Agropoli Francesco Calabrese che ha concluso: "La reazione del padre? Dopo aver saputo della vincita, si è messo a gridare dalla gioia al telefono".

Ladri maldestri si coprono la faccia con il... pennarello.

è una notizia vecchia, ricordo di averla sentita tempo fa alla radio ma ancora non avevo trovato nulla in internet XD



Il passamontagna, questo sconosciuto
. Per chi si accinge a compiere un furto con scasso dovrebbe essere il capo d'ordinanza, a meno che non abbiate un vestito da coniglio blu o una scatola di birra da mettervi in testa.

Matthew Allan McNelly e Joey Lee Miller non avevano nulla di tutto questo quando hanno cercato di scassinare un appartamento venerdì scorso a Carroll, in Iowa.

Per mascherare adeguatamente la propria identità i due scapestrati topi di appartamento hanno perciò usato un nuovo infallibile metodo: il pennarello indelebile che offre un doppio vantaggio (alla Polizia) non nasconde molto bene i tratti somatici e non si può togliere subito dopo il colpo per mescolarsi alla folla fischiettando.

I due sono presto finiti in gattabuia, dunque, dopo che un testimone ha chiamato la Polizia avvisando gli agenti del tentativo di irruzione dei due, che si stavano allontanando su una automobile bianca. Fermati ad un posto di blocco i due ventenni - che non avevano armi - sono stati subito arrestati. Grazie al loro inconfondibile travestimento...

non posso ascoltare

mercoledì 2 dicembre 2009
uff..
quando sto male, oltre a delirare (mi sono venuti in mente altri sogni O_O) non posso ascoltare musica.
infatti ogni volta che ascolto una canzone mentre ho la febbre, anche se è la prima e ultima volta che l'ascolto, questa segna la mia mente. e d'ora in poi quando la riascolterò mi sentirò nuovamente male come stavo quando l'ho sentita per la prima volta.

ok, il ragionamento credo che fila, le parole un pò meno.
abbiate pazienza.

una volta ho ascoltato la sigla di una mamma per amica mentre avevo la faringite.
un mese e mezzo a casa da scuola con la febbre.
non ho più ascoltato quella canzone se no mi tornava il mal di testa e il male alle ossa.

quindi ora non voglio ascoltare mario biondi.

però mannaggia, ieri sera mi sono guardata agente speciale.
che dite, vale anche coi dvd?

(p.s. tra i miei ragionamenti deliranti di stanotte, sono anche arrivata alla conclusione che potrei partecipare e vincere all'eredità di carlo conti. ma solo se prima mi faccio venire la febbre.
non fate altre domande.)

Notte con Delirio

ma da quant'è che non mi ammalavo così?
che poi ho solo un leggero mal di gola, febbre (ieri a 38, oggi a 37.3) e un male terribile a tutte le ossa.

non ho dormito niente stanotte.
sono rimasta a letto a guardarmi un dvd col portatile fino alle 23.30 per poi svegliarmi alle 3 di notte completamente riposata (ma acciaccata).

è stato un dormiveglia fino alle 6 e ovviamente quando mi sono addormentata, papi è venuto a svegliarmi.

ma poi, che razza di sogni che facevo!!
esempio di sogno normale: entro in negozio, guardo una maglia, mi piace e la compro.
mio sogno di stanotte: entro in negozio, guardo la maglia, tiro fuori un mega righello e mi metto a prendere le misure delle cuciture filosofeggiando con la commessa

O____________________________O

cmq alle 7 sono tornata a letto e mi sono svegliata alle 10.30
i sogni sono stati più tranquilli, tipo:
- ho gonfiato un palloncino rosso più grande della mia testa e per farlo ho preso le misure della mia testa
- ho parlato al telefono con mia cugina seduta accanto a me meravigliandomi del fatto che vivesse con xavier
- ho seguito i miei genitori fino in ucraina perchè avevano delle recite a teatro. e l'ucraina si trovava al posto della penisola balcanica.

e ora chiedetemi delle cose che avevo programmato di fare, quante ne ho fatte.

"bery sto bbale"

ps dimenticavo

martedì 1 dicembre 2009
che poi mentre mi allontanavo dal portatile, ho preso contro la spina e ho spento tutto.
che quando sono tornata a riaccenderlo, sembrava troppo stanco per farcela.
che alla fine ce l'ha fatta, ma era tutto sulla tonalità del blu.
che solo dopo un pò ho capito che il problema era la risoluzione e nient'altro.
che poi sono talmente stressata che mi ammalo un giorno sì e uno no.
che se ieri stavo bene, oggi ho la gola bloccata. oggi che ho canto.
che però il mio papi mi consola portandomi del gnocco al forno ancora caldo.

che poi sabato il mio Mr.Nick mi ha regalato un Moncler bello bello,
e questo non ve l'avevo detto.

che poi non vi ho detto che mi ha anche trovato l'ultima canzone di mario biondi *_*

ci sono ma non ci sono.

è un'eternità che non scrivo qui
è un'eternità che non racconto le mie incredibili avventure con Mr.Nick
(ad esempio abbiamo rapito Dan e siamo saliti a piedi fino a SanLuca)
è un'eternità che non ho tempo per me
è un'eternità che dovrei fare delle locandine, un giornale, aggiornare un sito, licenziare una persona e magari - perchè no - laurearmi

oggi è il 1 dicembre.
dovrei abbellire il blog, ma il tempo?
è anche la giornata mondiale della lotta contro l'aids.
e se non l'avessi letto su un sito, neanche me ne sarei ricordata.

questo è il programma della mia settimana da tre settimane:
lunedì pomeriggio - inglese coi bimbi
lunedì sera - banda
martedì sera - coro natale
mercoledì pomeriggio - "musica" con una che vuole fare come le pare e odia che qualcuno le insegni come si fa

("uffa smettila di dirmi come devo fare"
"siamo a novembre e in tre mesi non hai messo in pratica una sola cosa di quello che ti ho insegnato"
"evabè"
"come evabè? a che serve questo corso se fai come ti pare?"
"eh ma fa lo stesso. tu mi dici le cose e poi pazienza"
"se non hai intenzione di continuare me lo dici subito che almeno ho più tempo libero. se invece vuoi continuare allora devi mettere in pratica quello che ti insegno"
"uffa come sei permalosaaaaa")

mercoledì sera - istituto e una settimana ogni due (contemporaneamente) riunione
giovedì sera - banda
venerdì pomeriggio/sera - ensamble
sabato tutto il giorno - Nick
domenica mattina - chiesa
domenica pomeriggio - serata famigliare e canto
domenica sera - ..tempo libero??? naaaa impossibile

le mattine sono un giorno sì e uno no, fuori a lavorare.
faccio quello che mi piace, arrotondo un pò, ma sono sempre in viaggio e cmq tolgo tempo ad altre cose.

ma c'è la crisi.
ma tolgo tempo.
ma c'è la crisi.

ok, devo farmi ricoverare.

tutto questo perchè? ah sì, devo nataliziare il blog.

buondì!!

http://www.avert.org/media/photos/2627.jpg

Guai a chi tocca Fido e Fuffi - di di Francesco Bongarra

giovedì 26 novembre 2009

ROMA - Fido e Fuffi non si toccano. L'Aula della Camera ha approvato pressoché all'unanimità il disegno di legge che recepisce la convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia. Il testo ora passa all'esame del Senato. In base alle nuove regole sarà tassativamente vietato mutilare gli animali tagliando loro la coda o le orecchie, salvo in alcuni limitati casi che saranno individuati da un regolamento del ministero della Salute (la lobby delle doppiette si è già mobilitata per consentire il taglio della coda di alcuni cani da caccia). In ogni caso, gli interventi dovranno essere finalizzati al benessere dell'animale; e il regolamento dovrà essere redatto sentendo i veterinari. Ecco cosa prevede il testo che domani andrà al voto dell'Aula.

CARCERE PER CHI UCCIDE FIDO E FUFFI... Non sarà più necessario il requisito della crudeltà per punire con la reclusione da 3 a 18 mesi chi uccide un animale da compagnia. Con le nuove regole, potrà essere condannato chiunque cagiona, senza necessità, la morte di un animale.

...E PER CHI LI MALTRATTA: Chi maltratta un animale da compagnia potrà essere recluso da 3 a 15 mesi e condannato ad una multa da 3.000 a 18.000 euro. La stessa pena si applica anche quando l'animale è sottoposto al taglio o all'amputazione della coda o delle orecchie, alla recisione delle corde vocali, all'asportazione delle unghie o dei denti o ad altri interventi chirurgici comunque destinati a modificarne l'aspetto o finalizzati a scopi non terapeutici non previsti dal regolamento ministeriale. Gli interventi non terapeutici potranno esser eseguiti da un veterinario e solo per impedire la riproduzione dell'animale, per ragione di medicina veterinaria o comunque nell'interesse della bestia.

STOP A TRAFFICO ILLECITO CANI: Viene introdotta la fattispecie di traffico illecito di animali da compagnia: sarà recluso da 3 mesi a un anno e condannato ad una multa da 3.000 a 15.000 euro chiunque, al fine di procurare a sé o ad altri un profitto, reiteratamente o tramite attività organizzate, introduce in Italia animali da compagnia privi di certificazioni sanitarie e di sistemi di identificazione individuale (passaporto individuale, ove richiesto) o, una volta introdotti nel territorio nazionale, li trasporta, cede o riceve. La pena é aumentata se gli animali hanno un'età inferiore a 12 settimane o provengono da zone sottoposte a misure restrittive di polizia veterinaria. Sanzioni sono previste anche per i trasportatori degli animali.

Mercatini di Natale

Da quando ho rivalutato il periodo natalizio mi sono innamorata dei mercatini di Natale.
Non tanto il comprare, che spesso e volentieri sarebbero solo spese inutili, ma l'atmosfera che si respira!
Il freddo, l'eventuale neve, il cappotto e la sciarpa, le luci, la musica..

Ed ecco qui i mercatini assolutamente da visitare!!


da mia zia a Monaco di Baviera
Il venerdì che precede la prima domenica dell'avvento c'è già aria di festa a Monaco di Baviera. Come ogni anno si aspetta che il sindaco di Monaco dia il via al mercatino di Natale sulla Marienplatz, la piazza salotto di Monaco. L'abete gigante illuminato da migliaia di lucine, l'aroma speziato del Gluehwein, le decorazioni sfavillanti creano l'atmosfera e la magia del periodo che precede Natale. Di origini antichissime il Christkindlmarkt accoglie centinaia di artigiani fanno a gara per lavorare il legno, ispirandosi allo splendido presepe che si trova nel cortile del municipio. Ma un mercatino di Natale senza mele alla cannella, mandorle grigliate e il delizioso Lebkuchen (biscotti allo zenzero) sarebbe come un inverno senza neve.

nella mia adorata Vienna
La scena è di quelle classiche: una famiglia si scalda assaporando il vin brulé mentre bambini guardano incantati una serie di giocattoli di legno, pur continuando a mordere avidamente a un dolce di spezie. Il tutto
sotto mille luci e colori. Poco più in là una giovane coppia passeggia tra sculture di legno, assaporando un delizioso spiedino di frutta ricoperta di cioccolato. Questo è il mercatino di Natale nella capitale austriaca, che risale a più di sette secoli fa. E' una festa dell'abbondanza dove si mescolano decorazioni per alberi di Natale, caldarroste, oggetti di vetro e vestiti, ce n'è per tutti i gusti. Ogni anno tre milioni di turisti di cui 500 mila sono stranieri si lasciano sedurre dal Wiener Christkindlmarkt.

in Trentino col mio sGnammolaus

In Italia l'atmosfera natalizia si sente in modo particolare nel Trentino-Alto Adige dove è tutto un fiorire di mercatini. Bolzano offre ai visitatori il suo mercatino con pasticceria nataliza e vin brulè che accompagnano il già ricco programma di animazione e di musica. Dai suonatori di corno alle bande musciali, ce n'è per tutti i gusti. A rendere l'atmosfera ancora più magica ci pensano i cantastorie e i narratori di fiabe. In Piazza Municipio il mercatino dell'artigianato diventa il luogo ideale per trovare le idee giuste per decorare la casa o trovare regalini. A Bressanone il Natale è sinonimo di presepe. E' il periodo giusto per bighellonare tra le bancarelle di Piazza Duomo e rimanere affascinati dalla bellezza delle sue decorazioni tradizionali. Un assoluto must è la visita al Palazzo vescovile per vedere il musei dei Presepi.Oltre al mercatino di Natale l'atmosfera è rallegrata dalla presenza di cori e gruppi musicali. E per rendere indimenticabile la visita si può fare un giro in città in carrozza e, per i più piccini, c'è l'allegria di salire su una giostra a a vapore.


Che dite, andiamo??

p.s. non voglio assolutamente perdermi neanche The Christmas Carol!!

Rispondimi

martedì 24 novembre 2009
Un tempo ci adoravamo ed eravamo quasi inseparabili.
Ci divertivamo ad organizzare le feste di halloween a casa mia, che però ogni anno cambiavano tema e diventavano feste hippie o texane.

Ci siamo conosciute in prima superiore. Eri una delle poche che veniva da modena.
Eri diventata molto amica di R, ragazza che nessuno conosceva perchè dopo il primo giorno di scuola era partita per le canarie.
Hai sorpreso tutti quando ci hai detto che R sarebbe tornata lunedì e che te lo aveva detto via sms.

I primi due anni eravamo una bella squadra: tu e R, io e V.
Compagne di banco e combina guai.
Io e V semplici e composte, tu e R trasgressive e ribelli.

Le prof non facevano altro che sgridarti perchè eri una chiacchierona che non riusciva mai a trattenersi. Ma facevi tanto ridere con la tua ingenuità e la tua semplicità.
E anche i prof ridevano senza farsi vedere.

Il terzo anno ci siamo divise. V è andata ad architettura mentre tu e R eravate con me in grafica, ma nella sezione matta, la Q.
Quindi ci vedevamo per lettere, matematica e inglese mentre durante i laboratori voi vi separavate per formare la Q.

Quell'anno, per non rimanere sola, mi sono fatta una nuova amica.
La vedevo così simile a me, così timida e impacciata.
Siamo diventate inseparabile e in questo modo abbiamo riformato il gruppo: io e P, tu e R.

Amavamo l'aula 205, così grande e così luminosa.
I banchi erano grandi tavolate e così noi quattro eravamo sempre insieme.

P però ha iniziato a dare problemi.
Parlava durante la lezione, scarabocchiava il banco, mi faceva domande che cercavo di ignorare e alla fine, quando la prof la beccava, faceva ricadere tutta la colpa su di me.

Non ne potevo più e piano piano ho iniziato a sfogarmi con te.
Ti raccontavo di quanto fosse ingiusto, ti raccontavo che il mio sesto senso sull'amicizia non aveva mai fatto cilecca e quindi non riuscivo a capire come potevo aver desiderato tanto di diventare amica di una persona così.
Tu mi facevi coraggio, mi difendevi, mi sostenevi.
E insieme non vedevamo l'ora fosse l'intervallo per poterci rivedere e parlare insieme.

Nella primavera di quello stesso anno scolastico, però, le cose sono cambiate.
Siamo andati in gita a praga e già a salisburgo P ha iniziato a diventare più pesante.
Io correvo subito da te scoraggiata e tu mi sorprendevi ogni volta rispondendomi che non vedevi niente di male in quello che lei mi faceva e che anzi, il problema ero io.

Ci sono rimasta davvero male quella volta.
Non sapevo cosa fare, anche perchè io te e P eravamo diventare così amiche che avevamo deciso di fare la camera insieme.

Ricordo lo smarrimento di quelle ore, in piazza a salisburgo.
Poi per fortuna ho visto R e sono corsa da lei.
Mi ha ascoltata, mi ha consolata e mi ha fatto coraggio.

Ma era solo lunedì e avrei dovuto passare tutta la settimana in camera con te e con P.

R lo sa, è stata la gita più difficile della mia vita.
Non c'era più rispetto tra di noi e visto che tu eri con P e io ero da sola, voi ne approfittavate contro di me.
Ammetto che qualche sera mi sono finta stanca e sono andata a letto prima per cercare di capire che intenzioni avevate, ma ogni volta voi bisbigliavate troppo piano.

Poi non so.. ho anche dei ricordi buoni di quella settimana, ma forse perchè eravamo solo all'inizio e quindi il nostro amore d'amore e odio era molto alternato.

Una volta tornate però tutto è cambiato.
Tu e P da una parte, io e R dall'altra.
E' iniziata una competizione, a volte sembrava che voi studiaste apposta solo per farci dispetto prendendo un voto più alto.
Non venivate più in gita, facevate solo comunella tra di voi.
I dispetti erano tanti e tu hai iniziato la tua trasformazione.

Hai iniziato a curarti, ad andare in palestra, a fare la dieta.. sei dimagrita un sacco.
Hai iniziato ad abbracciare tutti quegli stili di vita che prima criticavi tanto, abbigliamento compreso.

Il tuo stile hippie e libero, i tuoi adorati pantaloni larghissimi.. tutto eliminato per far spazio a megliettine e a hot pants da velina.

Io e R eravamo preoccupate, arrabbiate, esasperate, innervosite.. certo, sapevi benissimo come provocare gli altri e ferirli.
E anche noi non siamo state da meno.

Però sorridevamo pensando che sotto sotto eri sempre tu.
Solo tu eri in grado di digiunare perchè andavi in palestra e quindi di preferire una merenda abbondante con tre kinder bueno!!

Perchè io e R lo sapevamo qual era il problema.
P.
Una persona così sgradevole che in poco tempo era riuscita a seminare zizzania, a portarti via da noi e a dirti un sacco di cose false.
A stare con lei hai iniziato anche tu e quindi ci siamo divise.

P.
Odiavo così tanto i prof quando ci facevano notare quanto eravamo simili.
Odiavo ancora di più quando ci chiedevano se eravamo parenti.
Lei stava sempre zitta mentre io, forse con un pò troppa esasperazione, precisavo all'istante che non avevamo niente in comune.

Ecco perchè ho smesso di farmi la riga in mezzo.
Ecco perchè venivo sempre a scuola coi capelli raccolti.
Ecco perchè ho cambiato zaino, amicizie, modo di vestirmi.

Io non volevo avere niente a che fare con lei.
Io non avrei mai potuto allontanare una ragazza dalle sue amiche raccontando in giro un sacco di menzogne.

E' stato brutto vederti andare via.
Ed era brutto pensare "Lei e P quest'anno non vengono in gita? Oh meno male.."

All'inizio di ogni anno però tornavi a salutarmi amica come prima.
Mi coglievi sempre impreparata perchè non me l'aspettavo mai e ogni volta non sapevo se sorriderti e abbracciarti come se niente fosse o se stare sul chi va là aspettandomi qualche sferzata.
Che purtroppo arrivava regolarmente.

Poi siamo arrivati verso la fine delle superiori.
Tu hai iniziato ad avere un rapporto diverso con una delle nostre prof, la più "cattiva".
R mi chiedeva spesso se avevi intenzione di fare la cocchina, giusto per provocarci un altro pò, ma io cercavo sempre di ascoltare quello che vi dicevate.
Parlavate fitto fitto ma ricordo benissimo di aver sentito la prof dirti "Stai vicino a tua madre. Ne ha bisogno".

Cos'era successo? Problemi col lavoro? Con la famiglia?
Un'altra volta ricordo di aver sentito qualcosa in merito a tuo padre.
Se n'era andato? Vi aveva lasciate? Aveva tradito tua madre?
Impossibile, un uomo così meraviglioso. Mi piaceva tanto!!

Poi non ricordo cos'altro ho sentito, ma ricordo benissimo di aver pensato ad un incidente.
Tuo padre aveva avuto un grave incidente e tua madre aveva bisogno di aiuto.

Da allora ho sempre cercato di non provocarti più, di smettere la nostra inutile guerra.
Se non ci sopportavamo bastava fare le indifferenti, senza per forza infastidirci.

Così è finita la scuola. Con civilità ma senza provocazione.
E con P che si era scelta gli occhiali con la mia stessa montatura e che si era comprata un'agenda identica alla mia.

Il tempo è passato e nel frattempo ci sono state due cene di classe.
Non sono mai venuta alle cene, neanche durante l'anno.
Sono passata però per la seconda, giusto per salutare.

Avevo il terrore che tutto fosse cambiato, che con R le cose non fossero più come prima e invece no, empatiche-telepatiche-bionde-socie come se niente fosse successo.

Una cosa però mi ha stupito: R prima di arrivare al ristorante è passata a prendere P.
Le ho chiesto spiegazioni e dalla sua risposta ho capito che forse qualcosa era cambiato: lei, R, era cresciuta, era andata avanti ed aveva perdonato.
Io no.

Tu non c'eri invece a quella cena, avevi dato buca all'ultimo momento.
E' stato un peccato, ti avrei rivista volentieri.

E arriviamo a ieri.
Mi sei venuta in mente tu, non so neanche come.
So solo che, come spesso mi capita ultimamente, ho deciso di cercare in internet per vedere se trovavo tue notizie.
Poi mi è venuto in mente tuo padre e ho cercato anche lui.

Ho scoperto che nel 2004 ha avuto un brutto incidente.
E' caduto in un burrone, come è successo ai miei fratelli nel 1999. Ma mentre loro sono stati miracolati, tuo padre è stato sfortunato e ha avuto serie conseguenze sulla colonna vertebrale.
Non so altro, i tg non hanno detto di più, ma ricordando le cose che ho ascoltato mentre parlavi con la prof, posso immaginare.

Ma c'è dell'altro che mi fa molto più male.
Continuando a cercare notizie sull'incidente di tuo padre, ho trovato un altro articolo del 2008.
Un articolo sul suo funerale.

Dove ero io mentre tu vivevi tutto questo?
Dov'eri mentre tu avevi bisogno di sostegno?
Vivevo così fuori dal mondo da non sapere neanche le notizie locali?

Sì è vero, io e te continuavamo a stuzzicarci e a non sopportarci, ma era un buon motivo per non venire da te a chiederti come stavi?

Poi magari sono appunto io, sono l'ultima arrivata.
Magari R sa già tutto e anche il resto della classe.

Ma rimane il rimpianto di non aver potuto fare prima qualcosa che ora è troppo tardi fare.

Ti ho mandato un sms. Rispondimi.

Rolling Stone Italia

http://www.ansa.it/webimages/large/2009/11/23/re223x9bX_20091123.jpg

ROMA - Rolling Stone Italia nomina Silvio Berlusconi "Rockstar dell'anno": da sempre, in occasione dell'uscita del numero di dicembre, il mensile incorona il personaggio che si è distinto nel corso dell'anno per il suo carattere e temperamento decisamente rock&roll.

Per celebrare l'evento Rolling Stone ha dedicato al cavaliere la copertina del prossimo numero, realizzata per l'occasione dal designer americano Shepard Farey, ormai famoso in tutto il mondo per i suoi manifesti di Barack Obama creati per la candidatura a Presidente degli Stati Uniti. La decisione di eleggere Silvio Berlusconi Rockstar dell'anno é stata presa dalla redazione di Rolling Stone per gli evidenti meriti raccolti dal cavaliere, capace come nessun altro di stare sotto le luci della ribalta e distinguersi per il suo stile di vita degno delle migliori rockstar.


Spot!!

giovedì 19 novembre 2009
è già qualche anno che lo dico e oggi lo confermo: ma che belle musiche che stanno scegliendo per le pubblicità!!

in particolare due mi piacciono troppo:
- tomorrow (la mia GinaQ si ricorda quanto tempo ci ho messo per restituirle quel cd :P)
- can't help falling in love

gustatevi i video, valà..m

Roling Stones - stordy.splinder.com

Racetrack Playa (parco nazionale della Death Valley, California) è famoso per le sue pietre mobili. Il fondo della playa (un antico lago) è fango asciutto, inaridito che si è rotto in piccoli perfetti ottagoni e pentagoni. E' piatto che più piatto non si può. E ci sono rocce vaganti che sembrano muoversi per conto proprio. Le pietre hanno una grandezza che varia dal ciottolo a rocce di mezza tonnellata e hanno dimensioni e forme così diverse poiché si sono staccate dalle colline che si vedono dietro, nella fotografia.

I loro percorsi variano in lunghezza e vanno in qualunque modo, dai zig-zag agli anelli e al ritorno su se stessi. Alcune viaggiano solo per alcuni piedi; altre procedono per centinaia di yards. Come fa il vento a girare in circolo, tornare indietro su se stesso e zigzagare? Perchè due rocce una accanto all'altra prendono percorsi totalmente differenti, perchè alcune rimangono ferme? Per molto tempo le ragioni per cui si muovono hanno confuso i geologi e gli scienziati che le hanno studiate fino a che dei geologi del CalTech condussero su di esse uno studio durato sette anni. Conclusero che la ragione per cui le rocce si muovono è che, in certe condizioni atmosferiche, la pioggia o la nebbia fitta o la rugiada rendono il fango scivoloso e bagnato, e i venti spingono le rocce in giro. Queste enormi pietre hanno l'abilità di muoversi attraverso l'asciutta e polverosa superficie del deserto a volte fino a 900 PIEDI in un singolo movimento. Mentre nessuno ha mai visto una roccia muoversi, il Dott. Robert P. Sharp, un geologo della Divisione di Scienze Geologiche e Planetarie al California Institute of Technology di Pasadena, California, dice di aver monitorato il movimento di 30 pietre dal 1968 al 1974. Il Dott. Sharp afferma che le pietre si muovono a velocità che raggiungono i tre piedi al secondo, ed è noto che si sono mosse anche per due miglia. Ad un certo punto il Dott. Sharp e Dwight Carey, appartenenti in precedenza al Reparto di Geologia a U.C.L.A, hanno posizionato paletti di ferro attorno a ciascuna delle pietre per misurare i più piccoli movimenti. Ma persino questi non hanno rappresentato un ostacolo per le pietre, una volta che queste hanno iniziato a muoversi. Apparentemente questi paletti non hanno impedito a 28 delle 30 pietre di scappare e muoversi fuori dal recinto, ha detto il Dott. Sharp. Qualche immutabile legge della natura prescrive che i movimenti debbano avvenire solo nell'oscurità di notti tempestose. E' interessante il fatto che delle 30 pietre controllate - dice il Dott. Sharp - sette di esse sono inspiegabilmente sparite senza lasciare traccia. Qualunque tentativo di spiegazione si è rivelato insufficiente. Lo stesso Sharp propone una combinazione di ghiaccio e vento che agirebbero durante la notte (probabilmente un fenomeno analogo a quello dei "pipkrakes", di ambiente periglaciale). Egli stesso tuttavia ammette che al momento qualsiasi spiegazione è puramente ipotetica. Don Spalking è il soprintendente del Monumento Nazionale di Death Valley. Conosce il dott. Sharp, e conosce le ricerche del dottore volte a capire cosa fa veramente muovere le pietre. "Gli esperti sono venuti qui per anni" dice, "ma nessuno sinora ha visto una pietra muoversi. Sappiamo che lo fanno, ma non sappiamo come o perchè". Uno dei ranger del parco ha detto che il fenomeno ha qualcosa a che fare con il magnetismo del sottosuolo. Ha affermato che sicuramente potrebbe essere il vento e che il fango diventa scivoloso quando il terreno è umido o bagnato, ma che non si spiega come due rocce vicine una all'altra possano andare in due direzioni opposte o come una possa stare ferma mentre una tre volte più grande si muova. Ha detto che lui ha visto le rocce muoversi per lunghi tratti quando il tempo è perfettamente asciutto e NON c'è vento, o semplicemente quando non sussistevano le "condizioni" che si dice siano necessarie affinchè il fenomeno abbia luogo. Dal momento che si tratta di un deserto, piove raramente eccetto che nella stagione dei monsoni, e a volte al mattino c'è molta nebbia, tuttavia le rocce si muovono durante tutto l'arco dell'anno. Può la sola forza del vento spostare delle pietre su una superficie ghiacciata? E come potrebbe questo lago ricoprirsi di ghiaccio o brina durante la notte? Siamo in un deserto in California! E così gli scienziati continuano a fare ricerche e a studiare il segreto delle misteriose pietre mobili della Death Valley, California, in un altro classico esempio dell'inspiegabile.

roccia camminante

roccia camminante 2

La tristezza? Rende più svegli - corriere.it

lo dimostra uno studio dell'università del south wales in australia
Essere di umore nero migliora la memoria, aumenta l’attenzione e diminuisce il rischio di essere truffati

MILANO - Svegliarsi di cattivo umore potrebbe non essere così male. Nelle giornate in cui va tutto storto o in cui semplicemente ci si sente un po’ giù si rischia di meno di essere buggerati; di valutare in modo sbagliato una situazione o una persona; di non ricordarsi qualcosa. E questo perché la tristezza e il vedere tutto nero rendono le persone meno credulone, migliorandone nel contempo la capacità di giudizio e la memoria.

MENO CREDULONI - Lo sostiene uno studio condotto dallo psicologo Joseph Forgas dell’australiana University of New South Wales e riportato dall'agenzia Reuters, secondo il quale le persone in uno stato d’animo negativo mostrano di essere più critiche e attente rispetto al mondo circostante; mentre chi è felice e di buon umore tenderebbe a credere a qualsiasi cosa gli venga detta. Forgas e la sua squadra di ricercatori hanno indotto stati d’animo felici o tristi su una serie di volontari facendo loro vedere dei film oppure ricordando specifici eventi. Dopodiché i partecipanti all’esperimento hanno dovuto valutare una serie di voci e leggende urbane. Il risultato? Chi era triste più difficilmente credeva a queste storie; inoltre faceva meno errori nel richiamare alla memoria un evento di cui era stato testimone, e addirittura era meno condizionato da pregiudizi religiosi o razziali nel prendere decisioni rapide. Insomma, si dimostrava più oggettivo. Non solo: risultava perfino più bravo a comunicare le proprie opinioni.

PER SITUAZIONI DIFFICILI - «Mentre uno stato d’animo positivo favorisce la creatività, la flessibilità, la cooperazione e la capacità di utilizzare scorciatoie mentali – scrivono i ricercatori – la negatività innesca un pensiero più sollecito, che presta maggiore attenzione al mondo esterno. La nostra ricerca suggerisce che la tristezza promuove strategie di elaborazione dell’informazione adatte a situazioni più impegnative». Dunque, i giorni in cui si deve comprare qualcosa o firmare un contratto meglio assicurarsi di non essere troppo di buon umore: o le conseguenze delle nostre azioni potrebbero rovinarci comunque la giornata.

Carola Frediani
02 novembre 2009

buondì

..andare a letto a mezzanotte e mezza causa riunione
..svegliarsi alle 6 perchè bisogna portare a scuola i fratelli
.. essere a casa da sola con 5 gatti
..essere convinti che sia venerdì e quindi sentirsi incredibilmente in ritardo
..doversi lavare i capelli ma non avere il tempo
..scoprire che probabilmente non ti contattavano per quel lavoro per tuoi problemi di posta

..buondì!

Brothers&Sisters

mercoledì 18 novembre 2009
a volte lo prenderei a schiaffi.
a volte lo abbraccerei.

a volte gli vorrei aprire la testa per vedere se aveva ragione bugs bunny: certa gente ha panna montata al posto del cervello.
a volte mi fa tenerezza e anche se non richiesto gli preparo un vassoio con medicina, acqua e alcuni pezzi di pizza caldi.

Corona beffato dalle Iene

ROMA (11 novembre) - E' stato uno scherzo delle Iene di Italia 1 il provino sostenuto da Fabrizio Corona per il prossimo film della saga di James Bond. Lo ha rivelato Paolo Calabresi.

«Un mese fa - ha detto l'inviato delle Iene - mi sono presentato a un collaboratore di Corona come manager dell'Mgm. Mi ha subito messo in contatto con lui e gli ho mandato un copione da leggere per un provino come co-protagonista del prossimo film di 007. Durante il provino, organizzato pochi giorni dopo, abbiamo fatto spogliare Corona, gli abbiamo fatto baciare in bocca un nero alto due metri, lo abbiamo legato ad un palo e lo abbiamo schiaffeggiato. Cosa si fa pure di andare ad Hollywood!».

Paolo Calabresi ha poi annunciato che l'intero filmato del finto provino andrà in onda nella prossima puntata del programma di Italia 1.

Richiesto di un commento, Fabrizio Corona ha tagliato corto: «Non ho nulla da dire. Solo che Calabresi è un folle e si deve curare ma è veramente bravo».

Inter o Milan?

Mario Balotelli tifa Milan. Lo ha ha riportato questa mattina “Il Giornale”. “Per chi tifi tu?”, gli chiede uno dei ragazzini affetti da disabilità motoria, cognitiva e relazionale ai quali ha fatto visita ieri a Milano il giocatore dell’Inter all’Istituto Don Gnocchi. “Tifo per il Milan”, risponde Supermario. “Perchè gioco nell’Inter se tifo Milan? Per quest’anno gioco lì” ha concluso il baby talento nerazzurro.


Ora dovranno vedersela Emilio e Bakal..

Secondo Voi

Secondo Voi.. è giusto festeggiare i 150 anni dall'unità d'Italia?
Siamo andati a chiederlo a Reggio Emilia

un ragazzo africano molto samson: "sì è giusto e noi di reggio emilia siamo i primi a festeggiarlo!!"

facciamoli sentire a loro agio..

martedì 17 novembre 2009
quanto aveva ragione beppe severgnini!!

diceva
"aprite una rivista qualsiasi e controllate quanti termini italiani e quanti inglesi sono presenti. la nostra lingua si sta inglesizzando!!"


assolutamente vero.
tra un'oretta arriveranno a casa altri americani facoltosi (ma in crisi - ndM) per cui i miei genitori lavorano.
sono andata a togliere i miei trucchi dal bagno e cosa vedo solo sul mobiletto?

- crema hand&nail
- latte detergente skin natural
- fanghi d'alga guam body building
- gocce per lenti greenvision
- hair wax professional
- crema solare water resistant
- balsamo sol lip balm

ho come l'impressione che questi americani si sentiranno a casa!!

Denti

dicono che se si sogna di perdere denti, ci sono soldi in arrivo.
mi è successo un paio di volte ed effettivamente qualche euro è arrivato.

stanotte ho sognato che perdevo due denti: un molare e un canino.
diventerò multimilionaria?

Deja...

lunedì 16 novembre 2009
deja vecu (gia vissuto)
deja visitè (già visitato)
deja eprouvè (già provato)
deja senti (già sentito)


http://scrapetv.com/News/News%20Pages/Science/Images/deja-vu-brain.jpg

cobra11 *_*





non ho bisogno di scuse

quando si ha un impegno ma si fa fatica ad andare, bisogna sempre trovare delle scuse.
basta un minimo mal di testa, e subito si ha la coscienza a posto.. e la serata libera.

e se invece tu vuoi andarci con tutto il cuore e l'impedimento è un semplice dito?
ma che rabbia!! sto bene, non ho mal di testa, non ho l'influenza!!

..ma ho un polpastrello spappolato che mi impedisce di chiudere bene i fori del clarinetto.

mannaggia!!!

Ctrl+Z

domenica 15 novembre 2009
Nel computer è così, quando fai un errore.
Ctrl+Z e tutto passa.

Ctrl+Z e torni indietro finchè non si risolvono i problemi.

A forza di stare al computer, spesso mi capita di pensare "Qui ci vorrebbe un Ctrl+Z"
ma purtroppo nella vita reale è impossibile.

Se il "guaio" non è troppo grosso puoi provare a rimediare, ma sempre andando avanti, mai tornando indietro.

Altre cose invece non si possono cambiare, ormai il danno è fatto:
il tempo perso, delle ferite, degli oggetti rotti..

Dovevi pensarci prima.

http://www.128battute.com/

La depressione è il risultato di un’eccessiva meditazione
Leonardo Moro


altro che cervelloni, io avevo solo bisogno di lui..